Sei qui: Salute & Bellezza  »  Consigli  »  Il pigiama da uomo torna di moda

Il pigiama da uomo torna di moda

Pubblicato nella categoria Consigli       
Il pigiama da uomo torna di moda

È stato abbandonato, snobbato, bistrattato: stiamo parlando del pigiama da uomo, che negli ultimi anni si è preso la sua rivincita tornando di moda.

La storia del pigiama


Reso famoso da personaggi del calibro di Salvador Dalì, Paul Newman, Julian Schnabel e García Lorca, nel 2012 diventa l'intimo uomo più pervasivo dell'universo femminile prima e di quello maschile poi, apparendo da Los Angeles a Milano, nelle collezioni di Marc Jacobs, Louis Vuitton, Haider Ackermann, Dries van Noten, Gucci, Dolce & Gabbana, Ferragamo ed Ermenegildo Zegna. Lo stesso principe Emanuele Filiberto, al Pitti Uomo, ha presentato, personalmente, la sua Prince Tees, una linea di pigiami da utilizzare tutti i giorni, anche fuori dal letto.
Pioniere del nuovo dandismo fu Hugh Hefner, che ne fece un segno distintivo del suo personaggio. Ma il pigiama è in realtà un intimo uomo di origini esotiche, ereditato dalle colonie inglesi. Rappresenta infatti, tutt'oggi, l'abbigliamento tradizionale di alcune zone del mondo, ad esempio il Punjab, ma fu solo negli anni Venti del Novecento che venne introdotto dalle garçonnes come Louise Brooks in qualità di capo lounge, femminile e sofisticato. Negli anni successivi, Coco Chanel, Greta Garbo e Sophia Loren deciso di farsi immortalare con indosso il pigiama da uomo, un capo che amavano indossare anche per ricevere gli ospiti.

 

I modelli più in voga: il pigiama in seta


Da sempre simbolo di lusso ed eleganza, il pigiama da uomo in seta conserva in sé tutto il fascino dei tempi andati. Una classe che viene ancor più sottolineata non solo dai tagli e dai modelli, ma anche dalle lavorazioni operate sulla materia prima. Il suo feel impalpabile lo rende infatti un must-have, specie per chi lo indossa. Lo storico pigiama da uomo in seta è composto da pantalone taglio wide con elastico in vita e casacca morbida stampata con bottoni e revers. Un vero e proprio outfit, da completare con eccentrica pochette da taschino o fazzoletto da collo e raffinata vestaglia. Per un look meno sofisticato, si può abbinare al solo pantalone una giacca da camera con cintura in vita, in seta trapuntata o velluto double-face, ideali anche in inverno.
Per questo intimo uomo, le fantasie che vanno per la maggiore sono righe ton sur ton e pois a contrasto. A contrasto molto spesso sono anche gli orli, che danno un tocco di colore alla tinta unita. Tra le nuance più gettonate: il rosso, l'avorio, il blu ed il nero, capaci di veicolare dolcezza, rigore e sensualità.

 

I modelli più in voga: il pigiama di flanella


Il pigiama in flanella è giunto alla ribalta nel 2014, quando il boscaiolo-style ha iniziato ad imperversare nei negozi di moda giovane, insieme alle camicie a quadri e alle salopette in jeans dal sapore anni Novanta. Casual eppure sexy, è un intimo uomo versatile, che può essere indossato sia nella versione completo che spaiato, assieme ad una t-shirt o canotta basic. Oltre a righe e quadrettoni, il pigiama da uomo in flanella ha assunto negli anni un aspetto variegato, volto a ricordate e talvolta imitare le stoffe dell'infanzia. Ecco dunque apparire, sia sul bottom che sul top: pois, microgeometrie, scritte, cartoon e disegni di fantasia, fino ad arrivare ai quadretti Vichy, all'animalier e alle righe marinière, più adatti agli over 30.
Insomma, dopo aver calcato le passerelle degli stilisti, nella scorsa primavera/estate, il pigiama è diventato l'intimo uomo più apprezzato anche dalle donne. Un capo che ha saputo seguire i cambiamenti culturali, sopravvivendo al passare delle epoche.