Sei qui: Salute & Bellezza  »  Consigli  »  Conservazione di prodotti cereali: alcuni consigli pratici

Conservazione di prodotti cereali: alcuni consigli pratici

Pubblicato nella categoria Consigli       
Conservazione di prodotti cereali: alcuni consigli pratici

Per quanto tempo si conservano i prodotti cereali? Che cosa bisogna osservare in particolare? I seguenti consigli e suggerimenti vi saranno d'aiuto.

Nonostante la maggior parte di alimenti disponga di una data di scadenza, alcuni di essi, se conservati in modo corretto, si mantengono molto più a lungo. Nella prima parte della serie dedicata alla «conservazione di singoli alimenti» scoprirete tutto ciò che ruota attorno alla conservazione dei prodotti cereali.

Pane e prodotti da forno
Il pane dovrebbe essere consumato il prima possibile. Quanto più scuro è il pane, tanto più a lungo si mantiene. Il pane bianco rimane fresco per circa tre giorni, mentre quello di farina integrale si conserva fino a una settimana. È preferibile tenere il pane in una cassetta portapane o in un apposito sacchetto. Evitate di conservare il pane in frigorifero, in quanto si seccherebbe velocemente. Sapevate che il pane si presta ottimamente al congelamento? Congelato a fette, il pane si scongela rapidamente.

Se il pane fa la muffa è necessario buttarlo via, poiché il veleno dei funghi si diffonde velocemente. Tuttavia, c'è da dire che il pane si secca più facilmente di quanto non vada a male. Non gettate via il pane secco, ma liberate la vostra fantasia; potete ad es. trasformarlo in pangrattato, utilizzarlo nelle zuppe sorprendere i vostri commensali con ricette gustose come la torta di pane. Altri piatti creativi li trovate qui.

Farina e muesli
Se conservati ermeticamente e in modo asciutto (ad es. in un contenitore chiuso che protegge dai parassiti), la farina e il muesli possono essere tenuti ben oltre la data di scadenza indicata sulle confezioni. Occorre però ricordarsi che la farina integrale si deteriora più rapidamente della farina bianca, e quindi bisogna elaborarla prima.

Patate
Le patate devono assolutamente essere conservate in un luogo buio e fresco come la cantina. Non usate mai le patate che presentano dei punti verdi sulla buccia, in quanto sono altamente tossiche! I germogli delle patate, invece, sono del tutto innocui: basta eliminarli e togliere un po' di buccia in più.

Riso e pasta
Il riso e la pasta possono essere consumati ben oltre la data di scadenza, a patto che vengano conservati in un contenitore asciutto e chiuso. I pacchi di pasta o di riso ammuffiti o assaliti dalle tarme alimentari vanno immediatamente smaltiti. Siate particolarmente cauti con i prodotti nei contenitori di cartone riciclato; è consigliabile trasferire il contenuto in un barattolo, poiché il cartone riciclato contiene sostanze nocive per la salute.

Fonte